Sab 13 Aprile 2024

Chiesa, divieto dei tariffari per messe e sacramenti e apertura ai laici: nuove regole dalla Congregazione del Clero

Notizie dal webChiesa, divieto dei tariffari per messe e sacramenti e apertura ai laici: nuove regole dalla Congregazione del Clero

Il nuovo documento dà seguito ai moniti di Papa Francesco, contrario alle chiese come “case di affari”, e in parte alle richieste dei vescovi dell’Amazzonia e di quelli tedeschi, che…, Il nuovo documento dà seguito ai moniti di Papa Francesco, contrario alle chiese come “case di affari”, e in parte alle richieste dei vescovi dell’Amazzonia e di quelli tedeschi, che sollecitano un maggiore coinvolgimento dei laici. Un modo per rispondere anche alla crisi delle vocazioni No ai tariffari per le messe ei sacramenti. A stabilirlo è un documento della Congregazione per il clero che ha messo nero su bianco i ripetuti moniti di Papa Francesco che più volte è scagliato duramente contro i tariffari per le celebrazioni fissati da quelli che ha definito “preti affaristi”. “Quante volte – ha detto Bergoglio – vediamo che entrando in una chiesa, ancora oggi, c’è lì la lista dei prezzi per il battesimo, la benedizione, le intenzioni per la messa”. Il Papa non ha esitato a definire tutto ciò una vera e propria “corruzione che scandalizza il popolo”, aggiungendo che “le Chiese non devono mai diventare case di affari perché la redenzione di Gesù è sempre gratuita”. Seguendo le indicazioni date da Francesco, la Congregazione per il clero ha emanato l’istruzione “La conversione pastorale della comunità parrocchiale al servizio della missione evangelizzatrice della Chiesa”. Nel documento si legge che “un tema connesso alla vita delle parrocchie e alla loro missione evangelizzatrice è quello dell’offerta dati per la celebrazione della santa messa, destinata al sacerdote celebrante, e degli altri sacramenti, che spetta invece alla parrocchia. Si tratta di un’offerta che, per sua natura, deve essere un atto libero da parte dell’offerta, lasciato alla sua coscienza e al suo senso di responsabilità ecclesiale, non un ‘prezzo da pagare’ o una ‘tassa da esigere’, come se si trattasse di una sorta di “imposta sui sacramenti”. Infatti, con l’offerta per la Santa Messa, i fedeli al bene della Chiesa e partecipano della sua sollecitudine per, Continua a leggere su: Ilfattoquotidiano .it

Superenalotto, oggi centrato un ‘5+1’ da oltre 637mila euro

(Adnkronos) – Nessun ‘sei’ al concorso Superenalotto – SuperStar numero 59 di oggi, 13 aprile 2024. E’ stato centrato un ‘5+1’ da 637.069,52...

Attacco Iran, ‘allerta totale’ in Israele: nuove misure d’emergenza

(Adnkronos) – L'”allerta totale” è stata dichiarata dall’esercito di Israele per un possibile attacco dell’Iran. Il portavoce delle forze di difesa israeliane ha precisato...

Segui Corriere Flegreo su Google News

Questo sito contribuisce alla audience di "Magazine". Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Napoli al nr. 32 del 26.04-2005. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo segnalazioni@corriereflegreo.it per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

error: Il contenuto è protetto!!