Sab 25 Maggio 2024

“Ridicola e fascista, troppe ragnatele nella…”. La recensione negativa di un libro scatena l'ufficio stampa contro la blogger

Notizie dal web“Ridicola e fascista, troppe ragnatele nella…”. La recensione negativa di un libro scatena l'ufficio stampa contro la blogger

La vicenda è nata alcuni giorni fa, quando il canale “Lettrice per passione” ha postato un commento poco entusiasta al libro “Vite strappate in Italia dagli anni Settanta a oggi”…, La vicenda è nata alcuni giorni fa, quando il canale “Lettrice per passione” ha postato un commento poco entusiasta al libro “Vite strappate in Italia dagli anni Settanta a oggi” ricevuto dalla casa editrice tramite l’ufficio stampa Il Taccuino. Da lì è nato un botta e risposta scivolato rapidamente nel sessismo “Ridicola, fascista e permalosa“. Questi sono gli insulti che l’ufficio stampa, ‘Il Taccuino’, ha rivolto pubblicamente a una blogger, Daisy, che aveva recensito negativamente un libro ricevuto da loro. Una recensione pacata, in realtà, ma in cui sostanzialmente diceva di averlo abbandonato a metà. Prima il social media manager l’ha accusata di essere “poco professionale” per non aver terminato la lettura, poi ha alzato i toni con un post sul profilo della propria agenzia, parlando di “blog minuscoli che credono di essere la Rai” e aggiungendo nella didascalia una buona dose di volgarità e sessismo: “Tipica sindrome da troppe ragnatele accumulate in f a”. La vicenda è nata alcuni giorni fa, quando la blogger ha postato – sul suo sito e poi sui suoi canali social – una recensione poco entusiasta del libro “Vite strappate in Italia dagli anni Settanta a oggi” di Antonella Betti, ricevuto dalla casa editrice tramite l’ufficio stampa a cui si appoggia, Il Taccuino. La blogger scrive di non essere riuscita a finire il libro per lo stile “poco scorrevole” e perché i temi “delicati, meritavano di essere approfonditi”. Il libro parla infatti di pratiche di affido e adozione illecite: temi che lei conosce bene, aggiunge, essendosi specializzato come assistente sociale. Il post è stato caricato sul suo canale Instagram, che conta 10mila follower, e si chiude con un ringraziamento all’ufficio stampa: “Grazie per avermi mandato il libro”. E qui arriva la prima gelida risposta: “Grazie a te per aver distrutto l’autrice“. La querelle continua con, Continua a leggere su: Ilfattoquotidiano.it

Luciano Benetton e il buco da 100 milioni, l’amaro addio: “Sono stato tradito”

(Adnkronos) - "Saremo attorno ai 100 milioni (di buco). Comunque tutto quello che è emerso e sta emergendo da settembre ’23 è una...

Maltempo a Torino, violenta grandinata: previsioni oggi e domani – Video

(Adnkronos) - Violenta grandinata a Torino con strade completamente imbiancate. Come mostrano i tanti video e foto postati sui social acqua mista a...

Segui Corriere Flegreo su Google News

Questo sito contribuisce alla audience di "Magazine". Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Napoli al nr. 32 del 26.04-2005. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo segnalazioni@corriereflegreo.it per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

error: Il contenuto è protetto!!