Mer 17 Aprile 2024

Riforma dello sport, in ballo anche la revisione del limite di mandati: quella sentenza che fa tremare il dominio di Malagò al Coni

Notizie dal webRiforma dello sport, in ballo anche la revisione del limite di mandati: quella sentenza che fa tremare il dominio di Malagò al Coni

Il presidente del Comitato olimpico sarà rieletto con l’ennesimo plebiscito dopo i Giochi di Tokyo: lo può fare grazie alla legge Lotti che ha alzato a tre il tetto dei…, Nel 2021 saranno esattamente 20 anni da quando Giovanni Malagò mise piede per la prima volta nella giunta del Coni. L’ambizione non gli è mai mancata, ma forse nemmeno lui poteva immaginare che avrebbe segnato un’epoca: il ventennio di Malagò. Che proseguirà anche oltre, fino al 2025, se dopo le Olimpiadi di Tokyo sarà rieletto con l’ennesimo plebiscito. Merito suo, delle sue conoscenze, e un pochino anche della politica, che gli ha riservato diversi dispiaceri (il no di Virginia Raggi alle Olimpiadi, l’attacco dei “barbari” della Lega che volevano detronizzarlo creando la nuova società “Sport e salute” ), ma pure qualche regalo. È grazie alla Legge Lotti, dal nome chi l’ha firmata, o legge Malagò, come è stata ribattezzata, che potrà ricandidarsi ancora: a inizio 2018 il provvedimento sul limite dei mandati ha fissato un tetto di tre per tutte le cariche sportive, compreso il Coni che prima era fermo a due. C’è un piccolo comma, però, che mette in dubbio l’impero. E una sentenza che fa tremare il suo padrone. Quando fu approvata la Legge Lotti, colpo di coda del governo Pd, uno degli ultimissimi provvedimenti di quella legislatura, al Foro Italico esultarono come per un mondiale. Si dava per scontato che i tre mandati fossero da presidente. E quindi che Malagò, al suo secondo, ne avesse davanti un terzo. Il testo però non lo specificava esplicitamente, diceva solo che “il presidente e gli altri componenti non possono svolgere più di tre mandati”. Ma nella carica o nell’istituzione? Non è chiaro, vatti a fidare degli amici. A sciogliere il dubbio potrebbe averci già pensato la Cassazione che nel maggio 2018, accogliendo un ricorso su beghe elettorali fra contabili, ha spiegato chiaramente cosa si intende per limite di mandati: “Combinazione della congiunzione ‘e’ tra le parole ‘i consiglieri ‘e’ il presidente ‘,, Continua a leggere su: Ilfattoquotidiano.it

Maltempo, pioggia e freddo: meteo cambia in Italia da oggi

(Adnkronos) – La primavera va in pausa in Italia, il quadro meteo cambia da oggi con l’arrivo del maltempo tra freddo, pioggia, vento e...

Attacco Iran, Usa: Israele sceglie risposta ma no escalation

(Adnkronos) – Israele deciderà se e come rispondere all’attacco dell’Iran. Gli Stati Uniti, però, non vogliono un’escalation nella regione. E’ il messaggio che Washington...

Segui Corriere Flegreo su Google News

Questo sito contribuisce alla audience di "Magazine". Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Napoli al nr. 32 del 26.04-2005. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo segnalazioni@corriereflegreo.it per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

error: Il contenuto è protetto!!