Dom 21 Luglio 2024

Urla, risse e spaccio, il centro storico di Genova sotto assedio

Notizie dal webUrla, risse e spaccio, il centro storico di Genova sotto assedio

Il racconto degli abitanti esasperati che passano le notti a chiamare il 112, spesso invano, «Abito nel centro storico da cinque anni. La situazione non è mai stata così allo sbando, ormai ho paura ad uscire di casa. Sto pensando di cambiare quartiere ». Silvia, 27 anni, insegnante di pianoforte, vive in un appartamento in via San Luca, una delle zone dei vicoli di Genova dove spaccio e arresti sono all’ordine del giorno. «Dopo il blocco la situazione è peggiorata», assicura. «Ogni notte non sai cosa può succedere tra risse, spaccio, bottigliate, gente che urla di essere stata derubata. Non si riesce a dormire. E purtroppo le mie lamentele spesso non vengono prese sul serio dalle forze dell’ordine ». A Silvia vibra la voce dal nervoso. Lo stesso succede alla sua coinquilina Raffaella, 25 anni. Le due ragazze non vogliono mostrare il cognome perché sono state più volte minacciate dagli uomini che stazionano sotto il loro portone: «Perché urliamo loro dalla finestra di andarsene e ci hanno visto parlare con la polizia», dicono. «Ma non possiamo denunciarli visto che non sappiamo chi siano». Non solo: sono preoccupate perché l’origine africana di queste persone che loro chiamano “gli spacciatori” le rende tacciabili di razzismo, argomento da cui si sentono ben distanti. Al tempo stesso si affliggono perché le notti insonni e l’insicurezza quotidiana non sempre vengono comprese da polizia e carabinieri. «Quando abitavo alla Maddalena, dove pure ci sono prostitute e spacciatori, non avevo problemi», precisa Silvia. «Ora invece chiamo il 112 quasi tutte le notti per cercare di dormire. Se e quando le volanti intervengono, questi gruppi di ragazzi si allontanano per ritornare subito dopo. Gli agenti mi dicono di chiamare il 112 anche tutta la notte: ma poi il 112 cerca di zittirmi e anzi, talvolta le forze dell’ordine mi deridono al telefono ». L’episodio che più di tutte l’ha mandata su tutte le furie, Continua a leggere su: La Repubblica

Parigi 2024, i letti degli atleti sono un caso social – Video

(Adnkronos) - Letti duri, durissimi, utili per l’allenamento e un po’ meno per dormire.  I materassi a disposizione degli atleti nel villaggio olimpico...

Trump in Michigan, primo comizio dopo attentato: insulti ad avversari e lodi a leader autoritari

(Adnkronos) - Una settimana dopo essere sopravvissuto al tentato assassinio Donald Trump sul palco del Michigan torna alla sua vecchia retorica, con attacchi...

Segui Corriere Flegreo su Google News

Questo sito contribuisce alla audience di "Magazine". Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Napoli al nr. 32 del 26.04-2005. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo segnalazioni@corriereflegreo.it per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

error: Il contenuto è protetto!!