Sab 20 Aprile 2024

Voto di scambio, 27 indagati a Napoli: tra loro due ex senatori di Fi, attuale capogruppo dei forzisti in Comune e consigliere regionale FdI

Notizie dal webVoto di scambio, 27 indagati a Napoli: tra loro due ex senatori di Fi, attuale capogruppo dei forzisti in Comune e consigliere regionale FdI

Politici e presunti appartenenti alla camorra sono coinvolti nell’indagine della Procura di Napoli sul voto di scambio per le elezioni comunali del 2016: tra questi Salvatore Marano e Antonio Milo…, Politici e presunti appartenenti alla camorra sono coinvolti nell’indagine della Procura di Napoli sul voto di scambio per le elezioni comunali del 2016: tra questi Salvatore Marano e Antonio Milo (già parlamentari), l’attuale commissario di Forza Italia nel partenopeo, Stanislao Lanzotti , e il meloniano Michele Schiano di Visconti. Documentati numerosi episodi durante i quali sono stati promessi denaro, agevolazioni di vario tipo e anche posti di lavoro in cambio di pacchetti di voti Gli ex senatori Salvatore Marano (Forza Italia) e Antonio Milo (Forza Italia e Gal). Poi un altro berlusconiano, l’attuale capogruppo nel Consiglio comunale di Napoli, Stanislao Lanzotti, che è anche commissario del partito per l’area metropolitana partenopea. Inoltre, il consigliere regionale Michele Schiano di Visconti (Fratelli d’Italia). Tutti i politici del centrodestra, tutti coinvolti nell’indagine della Procura di Napoli sul voto di scambio per le elezioni comunali del 2016. Gli inquirenti hanno complessivamente notificato 27 avvisi di conclusione delle indagini preliminari (firmati dai pm Maurizio De Marco e Henry John Woodcock) ad altrettanti indagati, tra cui politici e presunti appartenenti alla camorra, nei confronti dei quali vengono ipotizzati, un vario titolo, i reati di voto di scambio e ricettazione aggravati dalla finalità mafiosa. Gli investigatori, attraverso la polizia giudiziaria, ritengono di avere documentato numerosi episodi durante i quali sono stati promessi denaro, agevolazioni di vario tipo e anche posti di lavoro in cambio di voti e pacchetti di voti per candidati candidati. L’inchiesta risale a diversi anni fa: gli inquirenti misero sotto indagine ben 82 persone, tra esponenti politici, dell’imprenditoria e della criminalità organizzata di Secondigliano, in particolare il clan Di Lauro. L’ex senatore Marano, secondo i pm, sarebbe coinvolto in alcuni episodi di voto di scambio come la promessa di un posto di lavoro a una donna, in una ditta ritenuta legata ai clan, per voti in, Continua a leggere su: Ilfattoquotidiano.it

“Cancellato monologo Scurati sul 25 aprile, il post di Bortone: “Sgomento”

(Adnkronos) – “Come avrete letto nel comunicato stampa, nella puntata di questa sera di ‘Che sarà’ era previsto un monologo di Antonio Scurati...

Usa, morto uomo che si è dato fuoco fuori da tribunale processo Trump

(Adnkronos) – E’ morto l’uomo che ieri si è dato fuoco fuori dal tribunale di New York dove è in corso da lunedì...

Segui Corriere Flegreo su Google News

Questo sito contribuisce alla audience di "Magazine". Testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Napoli al nr. 32 del 26.04-2005. Alcuni testi citati o immagini inserite sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail all'indirizzo segnalazioni@corriereflegreo.it per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

error: Il contenuto è protetto!!